Una poesia da mille euro

Una poesia da 1.000 euro!!!!

E’ il cospicuo premo vinto da  Marina Cesana,  Letizia Carissimi, Hyonesis Franco Carbo ed Elisa Ferrari (eccellenti anche nelle prestazioni sportive) classe II B secondaria di I grado dell’istituto S. Caterina per un componimento in versi dal titolo “Vivere con il sorriso” nell’ ambito del Concorso “La salute per tutti. Movimento, alimentazione sana e corretti stili di vita per il benessere della persona” promosso dal Consiglio Regionale del Piemonte, Consulta dei Giovani, Stati Generali dello sport e del benessere in collaborazione con l’USR del Piemonte ed il CONI Piemonte. Con la votazione di 90/100 hanno vinto il terzo premio consistente in una bella somma da destinarsi all’ acquisto di  materiale ed attrezzature didattico-sportive e/o per la realizzazione di progetti a carattere sportivo. Congratulazioni alle brave studentesse, al docente referente Andrea Zunino e alla docente di Italiano Giusi Barbarotto. Il premio sarà impegnato per la promozione dello sport e del benessere con un progetto elaborato in modo congiunto fra le vincitrici ed i docenti referenti. A loro giungono le congratulazioni di tutto l’Istituto, del Consiglio Regionale e della Commissione esaminatrice per aver saputo interpretare lo spirito del bando in modo profondo ed originale. Ecco la poesia che si presta ad una musicalità rap ed ha tutta la freschezza immediata degli adolescenti:

Vivere col sorriso

 

La mia vita è una tela:

per il rosso uso una mela;

ecco il giallo della pera:

ne mangio una ogni sera;

con l’arancione della carota

la mia pancia non resta vuota,

il verde brillante della lattuga

non fa di me una tartaruga.

Il cibo leggero e saporito

-lo sanno tutti- è proprio un mito:

mi rende scattante come un leopardo

e sul mio corpo non c’è lardo.

Mangio di tutto in giusta quantità

perché ogni cibo ha la sua qualità.

Corro, nuoto, vado in bici,

esco al sole con gli amici

Gioco a volte con la play

ma guardo il tempo sul display;

quando è il momento di riposare,

la tele non sto più a guardare.

Se ho sete l’acqua è nel bicchiere,

le bollicine evito di bere.

Aperitivo? No di certo!

Anche se non sono un esperto,

so che l’alcool non fa bene

e fumare non conviene:

i polmoni ed il cervello

-ed è proprio questo il bello-

mi serviranno tutta la vita,

finché non sarà finita.

Nella giornata cerco di ridere

perché molto meglio ci fa vivere.